L’istruzione rende liberi

Cominciamo con il fare chiarezza.

Nella grandissima Africa (è il triplo dell’Europa, quanto a superficie e ha 1 miliardo e 300 milioni abitanti, il doppio dell’Europa), l’Uganda è un piccolo Paese di 44 milioni di abitanti.

L’Uganda è nella parte centro-orientale dell’Africa come si può vedere dalla sottostante immagine.

L’economia è caratterizzata da un’agricoltura non particolarmente evoluta e, nonostante la zona centro meridionale sia ricca di laghi e di parchi naturali, il turismo non è ancora molto sviluppato. Prima del Covid stavano iniziando flussi turistici che lasciavano ben sperare per il futuro di quel Paese.

La popolazione parla usualmente lo Swaili e il Luganda, oltre ad altre lingue minori di ceppo Bantu, ma la lingua ufficiale è l’inglese.

L’intervento della nostra Associazione, I Borghi di Via Gesso, si concentra nell’area di Mahyoro, nel sud-ovest dell’Uganda, verso la Repubblica Democratica del Congo, altra zona potenzialmente molto interessante per il turismo.

La nostra Associazione sostiene una ONG locale denominata Rena Foundation Uganda che, fondata da P. Frederick Tusingire nell’anno 2000 ha sviluppato varie iniziative.

Ha iniziato con l’attività didattica.

Dice P. Frederick: “Formando una giovane o un giovane diamo vita ad una catena di emancipazione: essi influenzeranno la propria famiglia d’origine e quella che costituiranno loro stessi”

La prima scuola cui Rena Foundation Uganda diede vita fu denominata St. Theresa Vocational Secondary School (Scuola secondaria professionale Santa Theresa), a Mahyoro (l’area indicata nella cartina soprastante) , praticamente all’equatore!

La scuola è stata costruita, edificio dopo edificio, su un’area abbastanza grande da poter ospitare anche successivi ampliamenti.


Questa è l’area interessata dalla scuola in una foto dal satellite (Google Earth) del 2017

I programmi adottati sono quelli governativi, ma P. Frederick (più semplicemente chiamato P. Fred) stabilì che oltre al programma governativo i ragazzi e le ragazze che avrebbero frequentato la scuola imparassero almeno due mestieri pratici. “Molti di loro non andranno all’Università, diceva P. Fred, ma tutti, ragazze e ragazzi, devono uscire dalla scuola sapendo fare un lavoro”.

Ormai sono oltre 300 i ragazzi e le ragazze -senza distinzione di fede religiosa o gruppo etnico- che frequentano le classi della scuola professionale. Le attività didattiche in classe e fuori sono molte.

Il profitto scolastico conseguito dagli studenti ha fatto ricevere alla St. Theresa Vocational Secondary School premi per la miglior didattica.


L’entrata della St. Theresa Vocational Secondary School e una fiancata del complesso con le aule.

Ma soprattutto ha portato all’emancipazione centinaia di ragazzi cui non sarà impedito di divertirsi un po’ …

… ma potranno abbinare il divertimento alla disciplina dell’apprendere. Un apprendimento che è rispettoso della cultura autoctona e la completa con una preparazione umanistica e tecnica di carattere internazionale.

Consapevoli tutti che l’emancipazione dalla dipendenza, dall’emarginazione, dalla povertà e dall’essere succubi di qualsiasi potere passa dall’istruzione, com’è scritto nell’invitante entrata della scuola.

…… continua

Scritto da Giuseppe Bruni


Scopri di più sul progetto

Nel settembre 2019 si è dato avvio all’iniziativa “AIUTIAMOLI A CASA LORO: UN VERO AIUTO”. Una serie di progetti realizzati da RENA Uganda Foundation in collaborazione con la nostra Associazione I Borghi di Via Gesso, per dare possibilità di sviluppo alla popolazione della regione ugandese degli Rwenzori.

I progetti ai quali partecipiamo sono:

  • Sostegno a distanza e donazioni
  • Raccolta di materiale tecnologico per la St. Theresa Vocational Secondary School – Mahyoro
  • Formazione e condivisione del sapere organizzando tirocini formativi

(per l’approfondimento dei vari progetti ti invitiamo a visitare il sito: https://www.iborghidiviagesso.it/aiutiamoli-a-casa-loro-un-aiuto-vero/)

La pandemia provocata dal COVID-19 ha ulteriormente aggravato la situazione di queste popolazioni, il contributo di ciascuno ci permetterebbe di portare avanti i progetti.

  • Per sostegno a distanza di un bambino e raccolta materiale tecnologico contattare: adozioni@iborghidiviagesso.it
  • Per donazioni si può effettuare bonifico con causale “AIUTIAMOLI A CASA LORO: UN VERO AIUTO” su conto bancario intestato: 
    I Borghi di Via Gesso
    c/o Intesa San Paolo
    IBAN IT34W0306909606100000166989

(tutte le donazioni sono fiscalmente deducibili o detraibili) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

9 + 20 =

Rating*