Salvia verbenaca L.

 

  • NOME COMUNE: Salvia minore;
  • CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA: DIVISIONE: Angiospermae; CLASSE: Eucotiledoni; ORDINE: Lamiales; FAMIGLIA: Lamiaceae; GENERE: Salvia; SPECIE: S. verbenaca;
  • DESCRIZIONE: CICLO VEGETATIVO: perenne; Pianta erbacea:  Spontanea;  Pianta commestibile;  Pianta officinale;  ALTEZZA: < 50 cm; FOGLIE: rugose nella pagina superiore, le basali oblunghe-ovali, margine crenulato, le cauline più piccole, opposte, sessili; FRUTTI: microbasario con 4 nucule; COLORE DEI FIORI: violetto o rosa chiaro; PERIODO FIORITURA: tra Gennaio e Dicembre;
  • DOVE TROVARLA: ALTITUDINE (m. slm): < 1400; HABITAT: incolti, vigneti, uliveti, margini sentieri;
  • LUOGHI IN CUI TROVARLA:  Via G. Leopardi; Via Valle;

ETIMOLOGIA:

  • NOME GENERICO: L. sàlvus = salvo;
  • NOME SPECIFICO: allude alla forma delle foglie simili a quelle della verbena;

BOTANICI E SIGLE: L. - Linneo (Carl Nilsson Linnaeus, Carolus Linnaeus, Carl von Linné)]] (1707-1778);

GLOSSARIO BOTANICO: Basali: foglia disposta alla base della pianta; contrariamente le foglie lungo il fusto si dicono cauline. Oblungo: contorno di un organo più lungo che largo. Crenulato: margine della foglia con intaccature o denti arrotondati e convessi molto piccoli, minori di quelli crenati. Cauline: relativo al caule, termine per lo più riferito alle foglie lungo il fusto. Opposte: due foglie per ciascun nodo. Sessili: prive di picciolo. Microbasario:frutto secco indeiscente, schizocarpo chiamato anche microbasario, che a maturità si separa in quattro porzioni monocarpellari monosperme tipo achenio, ne sono esempi i frutti delle Boraginaceae e delle Lamiaceae. Nucule: è un piccolo frutto indeiscente con pericarpo legnoso simile ad una noce di piccole dimensioni.