Lonicera caprifolium L.

 

  • NOME COMUNE: Caprifoglio comune;
  • ALTRI NOMI: Madreselva comune, Abbracciabosco; Legabosco;
  • CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA: DIVISIONE: Angiospermae ; CLASSE: Eucotiledoni; ORDINE: Dipsacales; FAMIGLIA: Caprifoliaceae; GENERE: Lonicera; SPECIE: L. caprifolium;
  • DESCRIZIONE: CICLO VEGETATIVO: perenne; Pianta Arborea:  Rampicante;  Spontanea;  Pianta officinale;  Pianta tossica;  ALTEZZA: < 5 m; FOGLIE: semplici, opposte, ovato-ellittiche; margine intero; FRUTTI: bacche ovoidi, contenti pochi semi;  COLORE DEI FIORI: bianco con striature rosa; PERIODO FIORITURA: tra Maggio e luglio;
  • DOVE TROVARLA: ALTITUDINE (m. slm): < 1200; HABITAT: terreni calcarei e ombrosi del sottobosco, macchie, vigneti, boscaglie e margini dei boschi;
  • LUOGHI IN CUI TROVARLA:  Ponte Ronca; Via G. Leopardi; Via Valle;

ETIMOLOGIA:

  • NOME GENERICO: dedicata a Adam Lonitzer;
  • NOME SPECIFICO: le foglie sono appetite dalle capre; L. “capra” = capra e “folium” = foglia;

BOTANICI E SIGLE: L. - Linneo (Carl Nilsson Linnaeus, Carolus Linnaeus, Carl von Linné) (1707-1778);

GLOSSARIO STORICO-GEOGRAFICO: Adam Lonitzer: botanico tedesco autore di un trattato sulle erbe medicinali (1528 – 1586;

GLOSSARIO BOTANICO: Opposte: due foglie per ciascun nodo. Ellittica: quando la foglia ha un perimetro simile ad una ellisse, cioè più lungo che largo e appuntito alle due estremità. Bacca: frutto carnoso indeiscente privo di endocarpo legnoso, con i semi immersi nella polpa.