Euphorbia lathyris L

 

  • NOME COMUNE: Euforbia catapuzia;
  • CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA: DIVISIONE: Angiospermae ; CLASSE: Eucotiledoni; ORDINE: Malpighiales; FAMIGLIA: Euphorbiaceae; GENERE: Euphorbia; SPECIE: E. lathyris ;
  • DESCRIZIONE: CICLO VEGETATIVO: biennale; Pianta erbacea:  Spontanea;  Coltivata; Pianta officinale;  Pianta tossica;  ALTEZZA: < 120cm; FOGLIE: opposte, lanceolate, lineari; FRUTTI: capsule contenenti semi rugosi;  COLORE DEI FIORI: giallo; PERIODO FIORITURA: tra Aprile e Maggio;
  • DOVE TROVARLA: ALTITUDINE (m. slm): < 1000; HABITAT: incolti, orti,giardini;
  • LUOGHI IN CUI TROVARLA:  Giardino Campagna; Villa Garagnani; Via G. Leopardi; Via Valle;

ETIMOLOGIA:

  • NOME GENERICO: Il nome deriva dal medico greco Euphorbos;
  • NOME SPECIFICO: forse per la forma delle capsule; G: "lathyros" = pisello ;

BOTANICI E SIGLE: L. - Linneo (Carl Nilsson Linnaeus, Carolus Linnaeus, Carl von Linné) (1707-1778);

GLOSSARIO STORICO-GEOGRAFICO: Euphorbos: è un personaggio dell'Iliade, citato nel sedicesimo libro, era uno dei figli del vecchio sacerdote troiano Pantoo.

GLOSSARIO BOTANICO: Opposte: due foglie per ciascun nodo. Lanceolata:  dicesi della forma della lamina di una foglia allungata che è simile al profilo di una lancia, con la parte più stretta in alto, tre volte più lunga che larga. Capsula: tipo di frutto secco deiscente, composto da almeno due carpelli e contenente più semi.

ALTRE INFORMAZIONI:  coltivata negli orti come deterrente contro le tarme.