Cirsium vulgare (Savi) Ten.

 

  • NOME COMUNE: Cardo asinino;
  • CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA: DIVISIONE: Angiospermae ; CLASSE: Eucotiledoni; ORDINE: Asterales ; FAMIGLIA: Asteraceae; GENERE: Cirsium; SPECIE: C. vulgare;
  • DESCRIZIONE: CICLO VEGETATIVO: biennale; Pianta erbacea:  Spontanea;  Infestante;  Pianta commestibile;  ALTEZZA: < 150cm; FOGLIE: pennatopartite, le cauline alterne e sessili; FRUTTI: acheni con un pappo bianco piumoso;  COLORE DEI FIORI: rosso-porpora o violetto; PERIODO FIORITURA: tra Giugno e Ottobre;
  • DOVE TROVARLA: ALTITUDINE (m. slm): < 1800; HABITAT: incolti; margine sentieri o fossi; muri; prati aridi; strade collinari;
  • LUOGHI IN CUI TROVARLA:  Sentiero sul Lavino; Giardino Campagna; Ponte Ronca; Via G. Leopardi; Via Valle;

ETIMOLOGIA:

  • NOME GENERICO: Gr. Kirsos = varice;
  • NOME SPECIFICO: Si tratta di una specie comune; L. vúlgus= volgo;

BOTANICI E SIGLE: Savi - Gaetano Savi (1769–1844); Ten. - Michele Tenore (1780-1861);

GLOSSARIO BOTANICO: Pennatopartita: foglia a forma di penna con margini mediamente incisi oltre un quarto della larghezza della foglia. Cauline: relativo al caule, termine per lo più riferito alle foglie lungo il fusto. Sessili: prive di picciolo. Achenio: frutto secco, indeiscente, derivante da un ovario supero monocarpellare, con parete coriacea, aderente all'unico seme, ma non saldata. Pappo: appendice piumosa sormontante alcuni frutti (utile per la disseminazione).