Centranthus ruber (L.) DC.

 

  • NOME COMUNE: Valeriana rossa;
  • ALTRI NOMI: Camarezza comune, Centranto rosso;
  • CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA: DIVISIONE: Angiospermae ; CLASSE: Eucotiledoni; ORDINE: Dipsacales; FAMIGLIA: Caprifoliaceae; GENERE: Centranthus; SPECIE: C. ruber;
  • DESCRIZIONE: CICLO VEGETATIVO: perenne; Pianta erbacea:  Spontanea;  Pianta commestibile;  Pianta officinale;  ALTEZZA: < 70 cm; FOGLIE: opposte, intere, le inferiori con corto picciolo, le superiori sessili; FRUTTI: acheni sormontati da un pappo piumoso;  COLORE DEI FIORI: rosa o rosso violaceo; PERIODO FIORITURA: tra Maggio e Settembre;
  • DOVE TROVARLA:  ALTITUDINE (m. slm): < 1300; HABITAT: vecchi muri, rupi, terreni rocciosi, bordi strade;
  • LUOGHI IN CUI TROVARLA:  Via Gesso;

ETIMOLOGIA:

  • NOME GENERICO: pianta utilizzata per curare malattie oculari;G: kéntron = pungolo, sperone e ánthos = fiore;
  • NOME SPECIFICO: sono rosso; da "rúbeo" io rosseggio;

BOTANICI E SIGLE: L. - Linneo (Carl Nilsson Linnaeus, Carolus Linnaeus, Carl von Linné) (1707-1778);

GLOSSARIO BOTANICO: Opposte: due foglie per ciascun nodo. Picciolo: costituisce la struttura che sostiene la foglia. Sessili: prive di picciolo. Achenio: frutto secco, indeiscente, derivante da un ovario supero monocarpellare, con parete coriacea, aderente all'unico seme, ma non saldata. Pappo: appendice piumosa sormontante alcuni frutti (utile per la disseminazione).