Aesculus hippocastanum L.

 

  • NOME COMUNE: Ippocastano;
  • NOME DIALETTALE: marån dEndia;
  • CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA: DIVISIONE: Angiospermae; CLASSE: Eucotiledoni; ORDINE: Sapindales; FAMIGLIA: Sapindaceae; GENERE: Aesculus; SPECIE: A. hippocastanum;
  • DESCRIZIONE: CICLO VEGETATIVO: perenne; Pianta Arborea:  Albero; Spontanea;  Pianta officinale;  ALTEZZA: < 16 m; FOGLIE: opposte, picciolate, palmate con 5-7 foglioline; FRUTTI: Capsula a 3 valve, coriacea, verdastra, contenente vari semi simili alle castagne;  COLORE DEI FIORI: bianco con sfumature di rosa o giallo; PERIODO FIORITURA: tra Aprile e Maggio;
  • DOVE TROVARLA: ALTITUDINE (m. slm):< 1400; HABITAT: terreni umidi;
  • LUOGHI IN CUI TROVARLA:  Sentiero sul Lavino; Ponte Ronca; Via G. Leopardi; Via Valle;

ETIMOLOGIA:

  • NOME SPECIFICO: Castagno cavallino; Gr. híppos cavallo e da cástanon = castagno;

BOTANICI E SIGLE: L. - Linneo (Carl Nilsson Linnaeus, Carolus Linnaeus, Carl von Linné) (1707-1778);

GLOSSARIO BOTANICO: Picciolo: costituisce la struttura che sostiene la foglia. Palmata: forma della foglia quando il lembo è suddiviso in più lobi disposti a ventaglio, come le dita di una mano.  Capsula. tipo di frutto secco deiscente, composto da almeno due carpelli e contenente più semi. Picciolo: costituisce la struttura che sostiene la foglia.